Raffreddore comune, sei rimedi naturali per tenerlo sotto controllo

Raffreddore comune e rimedi naturali

Esistono degli accorgimenti per combattere il raffreddore comune. Ecco i sei rimedi naturali per alleviare i disturbi di questo fastidioso male di stagione.

Quando le temperature si abbassano bruscamente, ecco il raffreddore che spesso e volentieri ci viene a trovare. E’ un’infiammazione delle membrane delle mucose nasali, che scende poi verso la gola ed i bronchi. Nessuno è immune e colpisce tutti, bambini e adulti.
E’ una malattia banale, di solito di origine virale, dove i virus vengono trasmessi con contatti, tosse e starnuti, soprattutto in ambienti chiusi e affollati.

I fattori che possono scatenare il raffreddore comune sono il freddo umido, la convalescenza, una dieta non corretta. Normalmente la guarigione avviene in 3-4 giorni, durante i quali si manifestano lacrimazioni, starnuti, bruciore di gola ed a volte anche tosse. Ma esistono diversi rimedi naturali per combatterlo senza ricorrere eccessivamente ai medicinali.

Ecco i sei più efficaci contro il raffreddore comune.

> La tisana allo zenzero, che aiuta ad alleviare la congestione, a ridurre l’infiammazione ed a liberare le cavità nasali.
> Lo sciroppo alle cipolle e miele che sfrutta le proprietà antibatteriche ed antinfiammatorie dell’ortaggio e che, grazie al miele, calma la tosse.
> Per i meno schizzinosi è da provare aglio e limone: basta unire uno spicchio d’aglio tritato allo spicchio di un limone, al miele e ad un pò di acqua calda; da bere 2-3 volte al giorno.
> Per respirare meglio invece, si possono utilizzare i Sali di Epsom. Prendere una tazza di questi sali bianchi inglesi e unirli a tre gocce di olio essenziale di eucalipto, tre gocce di olio essenziale di lavanda e tre gocce di olio essenziale di menta. Un rimedio vicino all’aromaterapia.
> Cipolla rossa di tropea tagliata a fettine sottili. Fare uno strato di cipolla, distribuire sopra del miele di eucalipto, poi ancora uno strato di cipolla, miele, e così più volte. Si fa una specie di cupola e si lascia riposare per 24 ore. Quel miele che poi fuoriesce, si prende col cucchiaino ed è un toccasana straordinario per la gola e per le mucose.
> Infine, i gargarismi alla salvia, consigliati anche per chi avesse, oltre che i fastidi del raffreddore comune, anche disturbi alla gola. Bisogna fare un infuso con 4 cucchiai di salvia essiccata ed acqua calda, unirlo all’aceto di mele con un cucchiaio di sale e lasciare tutto in frigo in un barattolo ben chiuso per una settimana.

Provare per credere.

Lascia un commento

*