Ortica

Ortica

Nome scientifico: Urtica dioica – Famiglia: Urticacee

L’Ortica è una pianta erbacea perenne che può raggiungere i 2 mt di altezza; il suo fusto è eretto, peloso, debole, a sezione quadrata; le foglie sono picciolate, dentellate, cuoriformi alla base, con peli urticanti contenenti un liquido caustico che quando fuoriesce causa bruciore e prurito; i fiori sono minuscoli e riuniti in piccole spighe inserite nell’ascella fogliare; i frutti sono achenio ovali, con un ciuffo di peli in cima.
Ne esistono diverse varietà, ma nel campo terapeutico l’Ortica dioica o orticone, possiede maggiori proprietà.
E’ una pianta comune infestante dei campi incolti fino a 1.700 mt di altitudine. Le ortiche crescono ovunque, ma vegetano particolarmente bene in prossimità di casolari, ai piedi dei muri e nei pressi delle concimaie.
Le parti utilizzate comprendono praticamente tutta pianta. Le piante e le foglie giovani si raccolgono in primavera ed in estate. Rizoma e radici, invece, si estirpano in autunno. Unica raccomandazione è quella di raccogliere le piante con dei guanti: le foglie possono produrre fastidiose irritazioni.
Si utilizza soprattutto fresca, oppure si fa essiccare all’ombra in luoghi ben areati e si conserva in sacchetti di carta ed in luoghi asciutti.

Proprietà terapeutiche dell’Ortica:
Antireumatiche, astringenti, depurative, diuretiche, remineralizzanti, emostatiche, vasocostrittrici.

Uso interno:
Essendo la pianta diuretica, aiuta ad eliminare i cloruri e l’acido urico.
L’infuso di foglie e radici è un ottimo antireumatico, depurativo e antidiarroico.
Il succo della pianta fresca spremuta è emostatico e vasocostrittore.
Le foglie costituiscono una eccellente fonte di clorofilla che ha il potere di prevenire l’arteriosclerosi.
Contiene vitamine A e C e viene indicata nella cura delle anemie, del rachitismo e negli stati di debolezza generale.

Uso esterno:
Le radici bollite in un pò di aceto sono un tonico del cuoio capelluto e vengono anche usate per combattere la caduta dei capelli e la forfora.
La pomata cura emorroidi, bruciature e punture di insetti.
Il succo su un tampone di cotone arresta l’epistassi.
Foglie e radici frantumate in decotto sono efficaci per gargarismi e per sciacqui in caso di afte e infezioni della bocca.

Uso in cucina:
L’Ortica, ricca di sostanze azotate, aminoacidi, proteine, sali minerali e vitamine, è da considerarsi un ottimo alimento.
Si può usare triturata come ripieno per i ravioli.
Le foglie si cuociono con il riso o si impastano con le patate per fare delicati e saporiti gnocchi; sono ottime anche nelle frittate; messe in infusione con qualche foglia di menta danno una tisana gradevole che può essere bevuta al posto del tè.