Edera

Edera

Nome scientifico: Hedera helix – Famiglia: Araliacee

L’Edera è una pianta sempreverde lianiforme rampicante che si attacca, per mezzo di piccole radici avventizie, ai tronchi degli alberi ed ai muri.
I Greci la ritenevano una pianta sacra al dio Dionisio; infatti, molte antiche rappresentazioni lo raffigurano con in mano un tralcio di Edera.
Cresce in tutta Italia nei luoghi freschi e ombreggiati fino a 1.000 mt. Riesce a raggiungere anche 25 mt. di altezza ed è molto diffusa sia nei giardini coltivati che nei terreni abbandonati e incolti, a qualsiasi latitudine.
E’ un vegetale facilmente riconoscibile, in quanto possiede un manto foglioso di colore verde scuro e dei robusti rami lignificati, che tendono ad aggrapparsi a qualsiasi tipo di superficie incontrino.
Oltre alle innumerevoli proprietà benefiche, viene nella maggior parte dei casi utilizzata come pianta ornamentale per rivestire muri, ringhiere e barriere divisorie, grazie proprio alla sua capacità rampicante. E’, inoltre, utile per isolare termo-acusticamente le superfici.
Le sue bacche nere sono considerate velenose, anche se in passato venivano usate come purgante, mentre le foglie, essiccate all’ombra, sono utilizzate in fitoterapia.

Proprietà terapeutiche dell’Edera:
Analgesiche, anticellulitiche, antinevralgiche, balsamiche, drenanti, emmenagoghe, espettoranti, sedative della tosse.

Uso interno:
Viene impiegata, grazie alle sue proprietà sedative, per la cura della tosse stizzosa ed del catarro bronchiale. Le proprietà sedative sono dovute alla presenza delle saponine, un ingrediente che provoca l’attività espettorante, fluidificando la secrezione catarrale.

Uso esterno:
I decotti e gli infusi a base di Edera sono perfetti per la cura dei reumatismi, della sciatica e delle artriti. Nel caso in cui si soffrisse di patologie nevralgiche e di candide, si potrebbe optare per gli impacchi grazie alla sua funzione antimicrobica.
Inoltre, possiede dei princìpi che la rendono tonificante e drenante: è, infatti, in grado di migliorare anche gli strati più profondi della pelle, combattendo gli inestetismi della cellulite e della ritenzione idrica.  
E’ perfetta anche per la cura della pelle e dei capelli, in quanto capace di rendere l’epidermide più morbida ed elastica.

Controindicazioni:
Nonostante si tratti di casi rari, è giusto segnalare controindicazioni come bruciori di stomaco e disturbi digestivi.
E’ necessario evitare l’utilizzo dell’Edera durante il periodo della gravidanza e in quello dell’allattamento, soprattutto se si sono riscontrati casi di allergia. In ogni caso, prima di una somministrazione, è bene chiedere un parere medico specifico.