Alga clorella, un superfood antiossidante ricco di clorofilla e princìpi nutritivi

Alga clorella

L’ alga clorella vanta delle proprietà terapeutiche straordinarie grazie al ricco contenuto di costituenti come clorofilla, proteine, glucidi, fosfati, vitamine e sali minerali.

La Chlorella Pyrodemosa, nota come alga clorella, è una micro-alga unicellulare appartenente alla famiglia delle Clorococcali, diffusa soprattutto in fiumi e laghi d’acqua dolce nell’Africa equatoriale.

E’ ricca di clorofilla, sostanza che favorisce l’eliminazione delle cellule dannose all’organismo: in questo modo si ha l’espulsione delle scorie dovute all’accumulo di metalli pesanti. Per cui, l’assunzione di integratori naturali a base di clorella può essere un modo efficace di ridurre gli stati infiammatori e le reazioni allergiche come dermatiti e psoriasi, causate, appunto, dall’accumulo di metalli pesanti nell’organismo.

La clorella è altresì ricca di proteine, vitamine e sali minerali. In particolare contiene vitamina A, C, E e vitamine del gruppo B, che agevolano il corretto funzionamento del metabolismo, fanno bene alla vista e contrastano l’azione dei radicali liberi.
Essendo composta di proteine per circa il 60% e poiché contiene tutti gli amminoacidi essenziali, dei quali il nostro corpo necessita, è considerata una “proteina completa”.

Proprietà terapeutiche dell’ alga clorella.

> E’ utile per rafforzare le difese immunitarie dell’organismo.
> La clorellina in essa contenuta le conferisce un’attività antibiotica.
> E’ uno dei più efficaci disintossicanti naturali; depura sangue, fegato (cura le epatosi) ed intestino (rimedio contro la stipsi).
> Le donne in gravidanza, a volte, principalmente per cause nutrizionali, presentano sintomi di ipertensione e anemia: l’assunzione di circa 6 grammi al giorno di clorella, fino al parto, è un valido rimedio contro queste patologie.
> E’ considerata un integratore che, agendo sul sistema circolatorio e nervoso, può rallentare i processi legati alla caduta dei capelli.
> Aiuta a migliorare la capacità di concentrazione, a regolare il colesterolo e la pressione sanguigna.
> Regola i livelli di glucosio nel sangue. Recenti studi hanno evidenziato la capacità dell’ alga clorella di migliorare la sensibilità all’insulina. Uno studio ha portato alla conclusione che l’alga è in grado di rilevare il glucosio nel fegato di diabetici di tipo uno, il che può significare un suo futuro impiego nella cura del diabete evitando l’assunzione di insulina.

In sostanza, si tratta di un ottimo ricostituente naturale a cui il Ministero della Salute riconosce l’azione fisiologica di “antiossidante”.

Dove si può trovare l’ alga clorella.

Può essere acquistata nelle erboristerie e nei negozi di prodotti naturali, oltre che nei negozi online. E’ disponibile in tavolette, capsule o anche in polvere.
Si può assumere con acqua, succhi, frullati o bevande in genere, ma è bene seguire sempre le istruzioni ed i consigli dell’erborista.

Controindicazioni.

E’ sconsigliato l’uso della clorella in caso di malattie autoimmuni e di immunodeficienza.
Non deve essere assunta dalle donne con cicli mestruali inferiori a 20 giorni o con mestruazioni molto abbondanti. Come pure non deve essere somministrata ai bambini sotto i 12 anni.
La sua assunzione non dovrebbe superare uno o due mesi consecutivi, anche perché il prolungato uso di alginati può ridurre, a livello intestinale, l’assorbimento di ferro ed altri minerali.
In qualsiasi caso, soprattutto in presenza di assunzione di medicinali o di stati patologici, è sempre bene chiedere consiglio al medico.

Lascia un commento

*